“Maestre Violente” e prevenzione sul settimanale Nuovo

Settimanale Nuovo: Maestre violente, è scandalo. E tu, puoi davvero fidarti delle insegnanti di tuo figlio?

Qualche settimana fa e precisamente nella settimana dal 5 al 12 Giugno, il settimanale Nuovo, ha ospitato un articolo che si intitolava “Maestre Violente“. Nell’occasione ci ha dato la splendida possibilit√† di dire la nostra opinione come Associazione, come genitori e professionisti a stretto contatto con la realt√† dei maltrattamenti in struttura.

La Dott.sa Zauli, collaboratrice da tempo de La Via dei Colori, ha avuto cos√¨ modo di parlare dei campanelli d’allarme a cui va posta molta attenzione. Come i cambi repentini nelle abitudini caratteriali e comportamentali dei bambini e delle possibili soluzioni per prevenire o intercettare velocemente situazioni potenzialmente pericolose.

√ą fondamentale¬†creare un dialogo¬†con i figli. Vista la tenera et√†, √®¬†difficile interpretare quei segnali¬†che i piccoli mandano per¬†ogni forma di disagio. Si possono¬†usare le favole; o tavole¬†con disegni che hanno per soggetto¬†gli animali. Cos√¨ il bambino¬†pu√≤ immedesimarsi, ma¬†non troppo. Gli si narra una¬†storia in cui il protagonista in¬†difficolt√† si rivolge ai genitori e¬†questi lo aiutano. Pu√≤ essere utile¬†per rompere il ghiaccio su¬†argomenti considerati tab√Ļ.

Ricordiamo infatti che la Dott.sa Zauli √® uno degli Psicologi, insieme alla Dott.sa Mancioli, che collaborano attivamente col Progetto #ParliamoneInsieme. Nato¬†da un’idea di Loredana Costi e Roberta Maionchi proprio per La Via dei Colori. Il Progetto Parliamone Insieme¬†si pone infatti come obiettivo proprio quello di stimolare il dialogo tra genitori e bimbi attraverso l’uso delle favole a fumetti.

Ilaria Maggi ha invece parlato di come la nostra Associazione si sia posta come obiettivo fondamentale, quello di aiutare le piccole vittime e le loro famiglie, sostenendole moralmente e tecnicamente in modo che possano NON sentirsi soli e spaesati. Decidendo magari di non portare avanti una denuncia o comunque un percorso per far valere i diritti dei propri bambini. Perch√© “quando un genitore √® l‚Äôunico¬†a sospettare che qualcosa¬†non va, si sente solo. E magari¬†la prima persona cui si rivolge¬†gli sconsiglia di andare avanti,¬†perch√© non ci sono prove, ma¬†solo sospetti“. In questo La Via dei Colori si pone fra le vittime e le istituzioni per accompagnare le famiglie nel complicato percorso verso la giustizia e la “riconquista della serenit√†”.

Vincenzo Spadafora infine, Garante Nazionale per l’Infanzia, ha spiegato che “le azioni¬†da intraprendere sono¬†molte. Tra queste, c‚Äô√® anche la¬†formazione di educatrici e insegnanti,¬†perch√© siano consapevoli¬†della necessit√† di tutelare i¬†diritti dei bambini“.

Leggi l’intero articolo uscito sul settimanale Nuovo cliccando QUI.